05 09 2015 il compleanno degli Amici Del Cabaret 25 anni di risate – Lendinara (RO)

“Amici!!! E’ finalmente arrivata la grande serata che festeggia i tanti anni di impegno, legato alla comicità, degli Amici del Cabaret: quel gruppo di amici di Lendinara che in un lontano 1990…”

… e dopo 25 anni sono ancora qui. Tutti, o quasi, sabato 5 settembre erano al Teatro Ballarin di Lendinara, cittadina dove tutto ebbe inizio.

La programmazione prevedeva che lo spettacolo si svolgesse in Piazza San Marco, a Lendinara, proprio dove molti comici, ieri sera presenti, si erano esibiti quando erano ancora giovani ragazzi che volevano solo fare cabaret, anche se il cabaret – come lo conosciamo noi – doveva ancora nascere.Purtroppo il meteo non prevedeva una serata serena (e in effetti, nel pomeriggio a Lendinara, dalla finestra dell’agriturismo che mi ha ospitato, ho visto tanta pioggia e vento), quindi in collaborazione con il comune di Lendinara, grazie alla fattiva collaborazione del Sindaco Luigi Viaro e dell’assessore Francesca Zeggio, abbiamo deciso di spostarci al Teatro Ballarin. Nonostante il cambio di programma, tutto si è svolto al meglio, gli amici ci hanno raggiunto senza problemi e abbiamo avuto il tempo di condividere un bel buffet. 

Il vostro ufficio stampa si è messa tutta elegante, ma si è comunque “appostata” con il suo pc – insieme ai ragazzi del Service – per raccontarvi la serata. Basta chiacchiere, so che volete i nomi dei presenti, dei comici, degli amici, degli ospiti… vi capisco sapete, e non perdo tempo nel soddisfare la vostra curiosità.

Una targa è stata consegnata ad ogni artista che, nonostante gli anni e la strada percorsa nel mondo dei famosi, è voluto tornare in uno dei luoghi che lo ha visto esordire con la propria arte. Il primo è stato Max Cavallari, premiato da Luigi Piva: quasi 25 anni fa, si esibì a Lendinara (Ro) insieme a Bruno Arena, il suo gemello. Ieri sera è salito sul palco da solo, ma non veramente solo perché noi siamo accanto a lui e un grande applauso è stato l’omaggio che tutto il teatro ha inviato a Bruno.

Duilio Pizzocchi, secondo chiamato dal patron della serata Enrico Cibotto, è stato premiato da Ermanno Bonaugurio.

Peppe e Ciccio sono amici “recentemente acquisiti” (dal 2006) e sono stati premiati con la targa dal nostro Tiziano che, per un attimo, ha smesso il suo lavoro di cameraman per le consuete riprese.

Rocco Barbaro, con la sua chitarra, ha fatto un pò di caciara (apparizione sul palco del nostro Simone del Service per un miglioramento tecnico… “del volume”), ma il momento solenne del riconoscimento non è mancato neanche per lui, grazie alla presenza di Armido Tenan, presidente di Amici Del Cabaret. In qualità della sua carica, è sostato sul palco per qualche minuto in più, per i ringraziamenti di rito, ma non scontati.

Direttamente dal 1991, è arrivato Gianni Fantoni. Occhiali a parte, non è cambiato affatto, anzi è migliorato, infatti si è scusato fin da subito, se… “l’asta del microfono, ne nascondeva gran parte della sua figura” (nda). E’ stato omaggiato da Andrea Sterza, Vice Presidente Amici del Cabaret.

Tanti anni fa, a Lendinara, si esibì un bel ragazzo, una giovane leva del mondo della comicità. Purtroppo gli anni lo hanno reso un po’ cinico, ma è proprio per le irriverenti poesie catartiche che ormai è conosciuto il grande Flavio Oreglio, ieri sera premiato da Giuseppe Cavaliere.

Omar Fantini ha esordito come comico, ma nel frattempo ha affinato anche le sue doti di ballerino e, dopo una performance dance, è stato anche lui premiato.

Francesco Damiano è un’altra acquisizione relativamente recente degli Amici Del Cabaret, ma ormai è uno di noi a tutti gli effetti e quindi Claudio Fozzato lo ha omaggiato con la targa ricordo.

Alberto Patrucco è una colonna portante della comicità e averlo ascoltato nel suo monologo, per noi è una doppia emozione e un onore premiarlo.

Se non c’è la torta, che compleanno sarebbe? Infatti, portata da Armido Tenan e Marina, è apparso così, anche il contributo goloso, con tutti i comici sul palco, per il taglio di rito in gruppo.

Durante tutta la serata, sono stati trasmessi degli spezzoni di filmati storici, per ripercorrere le esibizioni di questi grandi, allora giovani ragazzi. Se siano migliorati come artisti durante questi anni, è una considerazione che lasciamo a voi, certamente lo spirito è lo stesso!

Tante persone, oltre agli amici, sono venuti a trovarci e il teatro si è completamente riempito. All’esterno erano presenti anche, per ogni eventualità, i ragazzi della Croce Rossa: ovviamente non è successo nessun incidente, ma la buona organizzazione è una qualità degli Amici Del Cabaret 😉

Concludo con una nota personale: da due anni sono ufficio stampa di Riso Fa Buon Sangue, progetto figlio legato alla donazione degli Amici del Cabaret. Con molti dei comici presenti ho condiviso diverse date di due Tour estivi, altri li ho conosciuti questa sera stessa. Ma siamo onesti: cosa può rimanermi di una serata, il cui scopo è stato quello di festeggiare 25 anni di attività, che non ho condiviso con loro? Diversamente da quel che si può credere, mi rimane moltissimo. Mi sono sentita partecipe di una famiglia, che non ha nessuna intenzione di smettere di ridere, scherzare e stare insieme… spero di restare con loro per molto tempo ancora e continuare a condividere questo cammino. Ovviamente, insieme al vostro sostegno amici!

Vi saluto amici e mi raccomando, parafrasando gli Amici del Cabaret: “sorridete, che domani andrà peggio”… infatti stasera, ci troverete a Porto Tolle (RO)! Contenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.