Associazione Amici del Cabaret
P.IVA 01302210297
via P. Nenni, 2/A - 45026 Lendinara (RO) - Privacy

CHI SIAMO



Associazione no profit Amici del Cabaret,  diffonde e promuove la cultura del sorridere e del donare come atto liberatorio e fonte di energia positiva dal 1990 con il format Sorridi domani andrà peggio. L’umorismo e la donazione come generatori di consapevolezza. Dal 2009, con l’idea di Riso fa Buon Sangue, l’Associazione  promuove la donazione del sangue in collaborazione con AVIS, coinvolgendo tutti gli amici ed i cabarettisti conosciuti in oltre 25 anni di attività. La risposta degli artisti e dei volontari che hanno messo la faccia in questo progetto è enorme, come la promozione sociale svolta in questi anni fino ad oggi.  L’associazione “Amici del Cabaret” è aperta a libera iscrizione, si è dotata di uno Statuto ed ha eletto le proprie cariche sociali. Ridere fa bene, donare fa bene, ridere = donare, ridere non è solo un atto fisico è anche un bisogno sociale che produce benefici alla salute, facilita le relazioni interpersonali, la socializzazione, il vedere i problemi sotto una diversa luce. Come il donare. In un’epoca in cui a qualcuno può sembrare che ci sia poco da ridere, la scelta di promuovere trai i giovani il sorriso e la donazione può sembrare fuori luogo. Niente di più sbagliato. Il nuovo progetto, nato dalla sinergia tra gli Amici del Cabaret e le AVIS Italiane, consentirà di portare il tour “Riso fa buon Sangue.” in tante nuove piazze, per promuovere l’importanza del sorriso e della donazione. Il progetto prevede la realizzazione di show comico – musicali con artisti e una fase promozionale realizzata con una veste grafica che identifichi l’ AVIS e gli Amici del Cabaret come realizzatori del progetto, riservando all’interno dello spettacolo uno spazio importante al sorriso = donazione.

 

Anche nel 2019 è stata rinnovata dal consiglio direttivo di  Avis regionale Veneto la convenzione con i vantaggi e le condizioni speciali per le Avis comunali e provinciali della regione, previsto un supporto maggiore sulle segnalazioni delle promesse di donazione mettendo a punto una procedura per Avis regionale per verificare l’esito delle iniziative di RFBS. Lo sviluppo e collaborazione nello sviluppo dei  social e della promozione della donazione con le radio, dove in questi anni attività RFBS ha avuto importanti risultati e numeri considerevoli. La nuova convenzione 2019 con Avis Regionale Veneto firmata dal consiglio regionale, a nome del suo Presidente Regionale Giorgio Brunello, permetterà di promuovere la donazione attraverso la comicità, con più forza e coinvolgimento.

Grazie alla convenzione 2019 con Riso fa buon sangue, EMO Servizi oggi può offrire i comici di Colorado Cafè, Zelig, Made in Sud, Comedy Centrai e altre trasmissioni televisive, con una consulenza ed una supervisione per l’organizzazione di spettacoli ed eventi di vario genere richiesti dalle varie sedi AVIS, diversificando l’offerta in base alle varie esigenze di visibilità e di budget delle sedi. Tutti gli artisti che collaborano al progetto, si sono resi disponibili anche ad essere testimonial attivi di AVIS in modo da poter rendere l’evento un momento per promuovere la nostra associazione invitando alla donazione di sangue spiegando la generosità e necessità di questo gesto più unico che raro. Indirizzo: Via Bracciano 10 – 20098 Località: San Giuliano Milanese MILANO tel  0269016918 eventi@emoservi.it  http://www.donaunsorrisoachidona.it/1/chi_siamo_992040.html 

Già diverse sedi AVIS oltre 300 dal 2010 hanno potuto usufruire di tale occasione riscontrando sia un risparmio economico che un successo dal punto di vista dell’apprezzamento sia delle istituzioni che della popolazione del luogo dove si sono svolti gli eventi. VIDEO SHOW DAL 2010

𝗔𝗩𝗜𝗦 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗮𝗹𝗶: Adria(Ro), Angiari(Vr), Antegnate(Bg), Asolo(TV), Bariano(Ro), Berceto(Pr), Bibione(Ve), Bolsena(Vt), Borgo Valsugana(Tn), Brogliano(Vi), Brognoligo – Costalunga(Vr), Caprino Veronese(Vr), Caravaggio(Bg), Calcio(Bg), Casale sul Sile(Tv), Casalserugo(Pd), Casier(Tv), Castelfidardo(An), Castelfranco Veneto(Tv), Castelgomberto-Trissino(Vi), Castelguglielmo(Ro), Cavaion Veronese(Vr), Ceneselli(Ro), Cervignano del Friuli(Ud), Chatillon(Ao), Chiaravalle(An), Chioggia(Ve), Cigliano (Vc), Cittadella, Cividate al Piano(Bg),Concamarise(Vr), Concordia Sagittaria(Ve), Cologna Veneta (Vr), Cologno al Serio(Bg), Conselve(Pd), Corridonia(Mc), Corleone(Pa), Cornedo Vicentino(Vi), Costermano(Vr), Covo(Bg), Dolo(Ve), Este(Pd), Ficarolo(Ro), Fidenza(Pr), Fontanella(Bg), Gaiba(Ro), Ghisalba(Bg), Fiume Veneto(Pn), Ivrea(To), Jesolo (Ve), Ledro(Tn), Legnago(Vr), Lendinara(Ro), Lupia Poianella(Vi), Lusia(Ro), Malo(Vi), Martinengo(Bg), Massanzago(Pd), Medolla, Mestre e Marghera(Ve), Mirano(Ve), Monselice(Pd), Mogliano Veneto(Tv), Moena(Tn), Moie(An), Montale(Pt), Montebelluna(Tv), Montefiore dell’Aso(Ap), Montepulciano(Si), Morengo(Bg), Mozzanica(Bg), Noale(Ve), Novara,Oderzo(Tv), Padova, Parma, Pesaro, Porto Tolle(Ro), Porto Viro(Ro), Preganziol(Tv), Portogruaro(Ve), Portotolle(Ro), Porto Viro(Ro), Pumenengo(Bg), Recoaro Terme(Vi), Riese Pio X(Tv), Riviera del Brenta(Ve), Romano di Lombardia(Bg), Rosolina(Ro), Rovigo, Salzano(Ve), San Bellino(Ro), San Donà di Piave(Ve), San Pietro di Legnago(Vr), San Stino di Livenza(Ve), Sanguinetto(Vr), Santhià(Vc), Sarzana(Sp), Sergnano(Cr), Sutri(Vt), Taglio di Po(Ro), Torre Pallavicina(Bg), Trento, Treviso, Verona,Valdagno(Vi), Villadose(Ro), Vignola(Mo), Vigonza(Pd),Villorba(Tv), Vittorio Veneto(Tv)
𝗔𝗩𝗜𝗦 𝗽𝗿𝗼𝘃𝗶𝗻𝗰𝗶𝗮𝗹𝗶: Abvs Belluno, Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Parma, Piacenza, Rovigo, Venezia, Vicenza, Treviso, Vercelli, Verona, Viterbo.
𝗔𝗩𝗜𝗦 𝗿𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗶: Marche, Lombardia, Trentino, Sicilia, Valle d’Aosta.
𝗟𝗲 𝗰𝗼𝗻𝘃𝗲𝗻𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗶𝗻 𝗲𝘀𝗰𝗹𝘂𝘀𝗶𝘃𝗮: Avis Veneto, EMOServizi.
𝗣𝗮𝗿𝘁𝗻𝗲𝗿𝘀𝗵𝗶𝗽: AIDO Nazionale, AIDO provinciale Siena, ADVPS Nazionale, ABVS Belluno, Bolzano Bellunese(Bl), Bribano (Bl),
𝗡𝗨𝗢𝗩𝗜 𝗜𝗡𝗖𝗢𝗡𝗧𝗥𝗜 𝗔𝗩𝗜𝗦 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗮𝗹𝗶: Arona(No), Caselle(Tv), Salgareda(Tv), Terre del Reno(Fe), Guarda Veneta(Ro)

 

MARCHI E PROGETTI PARALLELI
ITALIAN BLOOD AWARDS (2015-2016): concorso/progetto partito in sordina, ma rivelatosi nel lungo tempo un’idea interessante, ma soprattutto dallo spirito aggregante e coinvolgente. Lo dimostra l’esponenziale crescita della partecipazione al progetto che i numeri attestano: https://www.facebook.com/ItalianBloodAwards/ 
RISO FA BUON SANGUE BIKE TOUR (2016): Paolo Franceschini, da anni presentatore ufficiale degli spettacoli RFBS, ha percorso in bicicletta, fra il 5 aprile 2016 e il 20 aprile 2016, l’antica Via Francigena: 16 tappe di cui 9 accompagnate da un mini-show serale in cui il comico si è messo a disposizione per trasmettere, in collaborazione con le AVIS e associazioni locali, alcuni valori cardine su cui si fonda Riso Fa Buon Sangue: il valore della solidarietà, della positività, del vivere bene, ma sopratutto della donazione del sangue. Avsi Aosta, Chatillon, Ivrea, Pavia, provinciale Piacenza, Berceto, Sarzana, Viareggio, Cstelfiorentino, Taverne d’Arbia, montepulciano, Bolsena, Sutri, Advps Roma, Aido Siena.
PIÙ FORTI DEL TORNADO A Villa Romanin – Jacur, mercoledì 22 siete venuti davvero in tantissimi, tanto che a metà serata abbiamo dovuto comunicare – con dispiacere- il tutto esaurito e quindi l’impossibilità di far entrare in Villa ulteriore pubblico, oltre quello già presente, sono state stimate oltre 6000 persone, più del triplo delle previste! Una folla oceanica che ha risposto positivamente all’appello di solidarietà! Dalle 20:00, la musica non è certamente mancata grazie al Dj set di Daniele Milani e agli Havana Club cover band di Vasco Rossi. Successivamente, all’apertura ufficiale dell’evento ad opera di Paolo De Grandis, sono saliti sul palco tutta una serie personalità, in rappresentanza della presidenza Regione Veneto consigliere Roberto Marcato, l’Assessore Carlotta Mazzoler comune di Dolo, l’Assessore comune di Mira Orietta Vanin, il vice Sindaco di Pianiga Federico Calzavara, il Sindaco di Salzano Alessandro Quaresimin e del mondo delle radio e tv locali, che hanno voluto omaggiarci della loro presenza: Ciano della Doliwood, Giuliana Lucca Canale Italia, Barry Mason di Radio Padova, Monica Morgan di Radio Piterpan, Luca Ginetto di Tgr Rai 3, Giovanni Zani di Radio Bella & Monella, Nelly Pellin di Antenna 3, Alessandra Mercazin di 7 Gold, Ferdinando Avarino di Rete Veneta, Giovanni Troja e Gianluca del Corso di Litefm Freemusic Radio, Massimo Martire di Canale Italia, Daniele Cellini di Radio Base e Paolo Freccia di Radio Gamma. Ognuno di loro con la sua presenza ha testimoniato l’importanza della causa, dandole anche visibilità visto che “l’emergenza” in cui vive la popolazione colpita è destinata a durare ben più dei 10 minuti del tornado che l’ha messa in ginocchio. In più, hanno esercitato le loro doti di “presentatori” d’eccezione chiamando, di volta in volta, gli artisti comici in scaletta.Tra i tanti volti noti presenti degli ospiti, ammetto che mi sono davvero emozionata nel presentarmi a due di “quei famosi” che entrano sempre nelle nostre case e che sentiamo come amici di lunga data, parlo di Igor Barbazza e Linda Collini, della celebre soap Centovetrine. Bellissimi attori, ma la nostra (e dico nostra perché l’abbiamo appena salutata domenica scorsa alla tappa di Malo del nostro Tour estivo) Giusy Zenere non è da meno… se si dice che la bellezza è nell’imperfezione, con il suo pezzo comico ci ha dato una bella lezione! Abbiamo fortemente voluto organizzare questa serata allegra in previsione dell’impegnativa ricostruzione di ciò che è andato perduto, ma -se ci è concesso scherzare un pò prima di metterci al lavoro- la coppia comica Sformato Comico l’ha fatto egregiamente, mettendo in scena le incomprensioni fra un architetto e un muratore nostrano.Come sa il nostro più fidato pubblico, un vero comico di RFBS è anche il nostro Enrico Cibotto (che per questa serata extra Tour ha dato davvero tantissimo di sé!). Il direttore artistico ha fatto da spalla nel mini show in cui si sono alternati, il podista stralunato Michele Giunta, il mago dell’informatica Mr. Megabit (Guido Marangoni) e il falegname Gino Bueghin (Paolo Favaro). Max Pieriboni ha una presenza non indifferente sul palco, ma mica per la stazza, cosa andate a pensare!?!! Parlavo delle sue battute pronte! :)Davide Stefanato ha un pò giocato sull’attaccamento tutto veneto alle proprie origini, usi e costumi: spiegando – a modo tutto suo, ovviamente- alcune fra le più celebri canzoni della nostra regione.Quella dei veneti laboriosi non è un luogo comune o una semplice favola, però un principe -ma non un principe vero- è venuto a trovarci, ovvero il Principe Cacca (Gianpiero Perone)! Alla serata hanno partecipato anche due tipiche “comari” venete (Marco e Francesco) perché “se sa’ come le zé ste vècie, le vol sempre savér e andar a vedar tuto” parlando “l’italiano” a modo loro.E’ salito sul palco anche una delle mascotte di Riso, nonché acclamato spogliarellista- ovvero Giallorenzo (Francesco Damiano, spalleggiato da Enrico Cibotto, si vede proprio che sono amici anche oltre il palco, vero?) Ovviamente non sono mancate le personalità in rappresentanza delle popolazioni colpite: per Dolo l’Assessore Carlotta Vazzoler; per Mira, l’Assessore Orietta Vanin e per Pianiga il Vice Sindaco Federico Calzavara. Era presente anche il Sindaco di Salzano, località ospitante, Alessandro Quaresimin. Sono intervenuti alla serata anche alcuni ospiti coinvolti nella solidarietà con le loro attività e/o associazioni, tra cui: Roberto Marcato della Regione Veneto, Maurizio Ebano di Casartigiani di Padova, Emanuela Barbiero del Lions Club di Venezia, la giovanissima Greta Lando (il gruppo di giovani volontari che si sono rimboccati fin da subito le maniche per aiutare chi ha avuto danni). Ci terrei ringraziare anche tutta la squadra Riso: Marina, Armido, Andrea, Tiziano, Maury, Igor, Elena, Federica, Lucio con tutto il Service (Simone, Angelo e Paolo)… che si è prestato gratuitamente con entusiasmo perché anche questa è una delle tante forme della donazione! In tema di donazione, questa serata non sarebbe stata possibile senza tutte le Avis amiche di RFBS, rappresentate sul palco da Gino Foffano, Presidente Regionale Avis Veneto e Giorgio Brunello, Presidente Provinciale Avis Venezia. Lo spettacolo era gratuito, ma era possibile contribuire con un’offerta libera all’entrata della Villa Romanin – Jacur, oppure acquistando le magliette personalizzate per l’evento, ideate da Fabio Franceschini. Un grazie anche alla San Benedetto di Scorzè, che ha fornito le bottigliette d’acqua per dissetare tutti in una serata così calda, sotto tutti i punti di vista. Prima della finale della serata un visibimente emozionato Paolo De Grandis con Barry Mason ha comunicato a tutto il pubblico, assieme all’ideatore dell’evento, Enrico Cibotto, la cifra raccolta fino ad allora, la quale superava i 75.000 euro.
PIÙ FORTI DEL TORNADO 2: Mercoledì 2 settembre, presso il Parco Livenza a San Stino di Livenza (VE), sono tornati gli amici di Più Forti Del Tornado perché, quello preso verso la popolazione del Brenta, è un impegno serio: è vero che noi di Riso Fa Buon Sangue possiamo dirci soddisfatti della serata di Salzano, soprattutto perché abbiamo raccolto molto, ma non abbiamo certo creduto di poterci “sgravare la coscienza” con questo… tutt’altro abbiamo coinvolto anche artisti del panorama musicale e anche in questo secondo appuntamento abbiamo offerto, come una sorta di “aperitivo” alla serata, un Dj Set con Gianfranco Amodio, Andy J, le Cover Band Fronte del Vasco (tributo a Vasco Rossi) e Barracuda (tributo a Ligabue). Prima di catapultarci nel pieno della serata, è stato proposto un video intitolato “Tornado F4” con delle immagini molto eloquenti sulla forza del tornado che ha devastato la Riviera, riprese e montate da Andrea Lacchin e Valeria Mimmo. Una forza che noi cerchiamo di contrastare con la solidarietà e la coesione, ma che ha lasciato delle ferite aperte che è bene ricordare perché l’indifferenza è la vera forza distruttrice. Al video, Paolo De Grandis, dopo la segnalazione di Riviera News, ha attaccato un suo testo con relative musiche, una momentanea e specifica aggiunta per rendere unica la serata che si stava vivendo. La serata, nel suo svolgimento, non è differita di molto dalla precedente, infatti i volti noti presenti del mondo delle radio e delle tv locali, sono diventati presentatori per una sera chiamando, di volta in volta, gli artisti comici in scaletta. Luca Lazzari (R. 101) e Stefano Ferrari (Radio Company) hanno presentato il comico Nicola Cracco. Monica Morgan (PiterPan) e Luca Ginetto (Tgr Rai3) hanno, invece, accompagnato sul palco un duo che il pubblico di RFBS conosce bene: Peppe e Ciccio. Ciano della Doliwood ha partecipato proponendo degli spezzoni di film famosi doppiati ad arte, come fossero alcune delle persone colpite dal tornado a raccontare la loro esperienza. Ciano ha avuto l’onore di presentare sul palco Enrico Cibotto, Direttore Artistico di RFBS, che poi ha fatto da spalla a Paolo Favaro nelle vesti del falegname Gino Bueghin. Luciano Gaggia e Marco Cappello hanno stoppato per qualche minuto questa escalation di comici, trasformando il Parco Livenza in una discoteca. E non sto mica esagerando perché il loro mini show è stato un vero momento dance che ha saputo far balzare il pubblico in piedi e battere le mani a ritmo. Non che Giallorenzo (Francesco Damiano) non ci abbia fatto ballare, anzi! Ma Enrico Cinotto ha dovuto faticare per farlo sciogliere! Giuseppe Troja (LiteFm) ha fatto conoscere al pubblico le belle “magliette solidali” che aiutano la nostra causa: la scritta di queste t-shirt è davvero eloquente, perché pone l’accento sul fatto che la catastrofe naturale del tornado, invece di farci sentir divisi, cioè soli nella nostra emergenza, ci ha unito. E il risultato è proprio questa seconda edizione di Più Forti Del Tornado, dove tutti gli artisti che hanno contribuito lo hanno fatto gratuitamente. A seguire la band Skavesai, una “party band” come si definiscono loro. Max Reba (Stereo Città) e Massimo Martire (Canale Italia) hanno presentato gli Sformato Comico. Niente roba da mangiare, ma una coppia comica tutta da ridere. Domenico Gasparini (Radiosandonà) e Roberto Guidetti (Ita7Gold), insieme, hanno introdotto l’unica donna comica della serata, e quindi doppiamente da ammirare, Giusy Zenere. Daniele Marcassa (Bella & Monella) e Maria Stella Donà (Tele Venezia), invece, hanno lasciato spazio a Marco Schwaiger e alla sua canzone inedita “The Phoenix”. Successivamente due arzille vecchiette venete (Marco e Francesco) hanno eluso la sorveglianza di Enrico Cibotto e Daniele Cellini (Radio Base), riuscendo ad impossessarsi del palco e far piegare dalle risate il pubblico con la “loro dialettica”. Ilaria Marchiori (rete Veneta) e Andrea Sambenedetti (Antenna 3) è stata l’ultima coppia a salire sul palco per presentare Davide Stefanato che ha ripercorso, a modo suo, il successo di Salzano. L’evento è stato organizzato in collaborazione con Avis Regionale Veneto, presente nella figura di Gino Foffano; con Avis Provinciale Venezia, rappresentata da Giorgio Brunello; con il Comune di San Stino e il suo sindaco, Matteo Cappelletto; con Avis Comunale San Stino e il suo Presidente, Vittore Marcon e con il patrocinio Regione del Veneto. Tutto lo staff di Riso Fa Buon Sangue, compreso il fidato Service che da anni ci segue in Tour, è stato anche questa volta presente per dare il proprio apporto alla serata. Grazie a Barry Mason, Giuseppe Troja e Paolo De Grandis che hanno dato il loro aiuto sia come organizzatori, sia come presentatori: insieme a Enrico Cibotto, sono stati loro i grandi trascinatori della serata Più Forti Del Tornado 2 era in diretta su CaféTV24
FUORI DALLE MACERIE (2016): non una semplice serata di sensibilizzazione e raccolta fondi da destinare alle aree e popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto, nella notte del 24 agosto 2016, ma un vero e proprio progetto. L’obiettivo è la ricostruzione una struttura polifunzionale, nel comune di Arquata del Tronto, rispondente ai bisogni primari degli sfollati. E’ nostro desiderio, a fine completamento dell’opera prescelta, promuovere uno speciale appuntamento per festeggiarne l’esito positivo, possibilità attualmente in definizione con AVIS Provinciale Ascoli Piceno. – AIDO NAZIONALE nuova collaborazione
MUSICA FA BUON SANGUE (2016) progetto legato esclusivamente a show musicali con cantanti e gruppi anche attraverso votazioni e partecipazione a web talent con lo scopo di divulgare la donazione del sangue. – MUSICAL DI RISO FA BUON SANGUE, musical comico, il cui scopo è divulgare la donazione del sangue, attraverso parodie di vampiri e licantropi. I protagonisti sono due: Licantropo e la Vampira redenta, lo spettacolo contempla la presenza di comici come co protagonisti ed un guest Vip, i quali interagiscono con i protagonisti. https://www.facebook.com/MusicaFaBuonSangue/
NUOVO FORMAT RADIOFONICO (2019) Venerdì 21 Febbraio 2019 è partito il nuovo format radiofonico Radio Fa Buon Sangue, trasmissione di musica e sensibilizzazione alla donazione del sangue con cadenza settimanale dalla durata di 120 minuti collocata alle 17.00 del venerdì. Durante la trasmissione vengono inseriti vari interventi di testimonial comici da Riso Fa Buon Sangue, di Presidenti Avis Nazionale e Regionali, di gruppi Avis giovani locali, collegamenti live dalle città dove le Avis locali festeggiano gli anniversari, con ospiti da Musica Fa Buon Sangue (cantanti dei talent TV Amici – Xfactor – The voice – Io canto). Attraverso Radio RCS (www.radiorcs.it) viene trasmesso settimanalmente il format Radio Fa Buon Sangue ascoltabile live con player web in tutto il territorio nazionale e riascoltabile in streaming in ogni momento https://www.radiorcs.it/podcast/radio-fa-buon-sangue. Il podcast prodotto diventa un nuovo contenuto da promuovere e divulgare tramite tutti i canali creati nella FASE 1 del progetto e tutti i canali di comici, cantanti, Avis, associazioni di volontariato ed ospiti più o meno famosi che hanno moltissimi fans sui social web moltiplicando di fatto l’efficacia della comunicazione I video, i progetti e le campagne di sensibilizzazione serviranno a far conoscere Avis e le condivisioni virali serviranno ad aumentare i potenziali donatori latenti che dovranno essere intercettati e trasformati in nuovi donatori.